Articoli medicali e sanitari

La sanità come la intendiamo oggi sarebbe impossibile senza molti prodotti medicali in plastica che ormai diamo per scontati: siringhe usa e getta, sacche per il sangue, valvole per il cuore, ecc. Gli involucri di plastica sono particolarmente adatti alle applicazioni medicali, grazie alle loro eccezionali proprietà di protezione, leggerezza, economicità, durata, trasparenza e compatibilità con altri materiali.

  • La plastica contribuisce a una vita più sana
    Grazie al contributo della plastica ai progressi del mondo medico, siamo più sani e viviamo più a lungo e in modo più soddisfacente che in qualsiasi altro periodo della storia umana. Grazie all’inesauribile versatilità delle moderne materie plastiche, oggi sono possibili enormi innovazioni che solo 50 anni fa sembravano impensabili.
  • La plastica e la rivoluzione chirurgica
    La plastica applicata alla medicina è un campo ancora relativamente nuovo. Solo verso la metà del secolo scorso i medici hanno iniziato a utilizzare la plastica sugli esseri umani. Con l’andare del tempo, il potenziale della plastica si è fatto sempre più evidente e oggi si usano comunemente polimeri creati su misura per la tecnologia medica. Oggi la plastica è utilizzata per dispositivi ortopedici destinati ad allineare, sostenere (p.e. la parete addominale), correggere deformità (p.e. l’articolazione della caviglia) o migliorare la funzione di parti mobili del corpo (per l’articolazione dell’anca). Le protesi in plastica possono sostituire parti del corpo, sostituendone la funzionalità principale.
    Le pillole con capsule in plastica rilasciano il giusto dosaggio di ingredienti attivi al momento giusto: il polimero a base di acido tartarico si decompone gradualmente, rilasciando lentamente gli ingredienti attivi su un lungo periodo di tempo.
    Questi prodotti farmaceutici sono creati appositamente per evitare di dover prendere troppe pillole e troppo spesso.
  • Decongestione dei vasi sanguigni
    Negli ultimi sviluppi chirurgici, un sottile tubo (catetere) viene inserito in un vaso ostruito. Un piccolo palloncino, gonfiato attraverso un secondo catetere, comprime i depositi ostruenti contro la parete del vaso. A questo punto il passaggio è sbloccato ma il deposito rimane. Viene allora posizionato nell’arteria trattata un piccolo impianto a spirale, detto supporto vascolare, fatto di una plastica specialmente sviluppata per il settore medicale e impregnato di sostanze attive. Il supporto vascolare rilascia le sostanze attive che gradualmente disintegrano i depositi, e alla fine il supporto stesso si dissolve.
  • Protesi aortica
    Le materie plastiche giocano un ruolo vitale anche per le arterie sulle quali non è possibile intervenire mediante supporto vascolare. La sezione malata dell’aorta viene rimossa e sostituita con una protesi flessibile di plastica.
    E la funzione vitale del corpo riprende nuovamente.
  • Cornee artificiali
    Lesioni agli occhi o infiammazioni croniche, ad esempio dovute a erosione della cornea, possono pregiudicare la vista, e quando un trapianto ha poche probabilità di successo la sola speranza è una protesi. Oggi sono disponibili speciali cornee in silicone. Queste nuove cornee artificiali, spesse appena da 0,3 a 0,5 millimetri, estremamente trasparenti e flessibili, e con biomeccaniche simili a quelle di una cornea naturale, possono ripristinare la visione.
  • Protesi acustiche
    Le persone che soffrono di seri problemi all’udito possono oggi ricorrere da un impianto in plastica che li farà udire di nuovo. L’impianto consiste in numerose componenti: un microfono, un dispositivo di trasmissione collegato a un microcomputer portato sul corpo, uno stimolatore e un porta-elettrodi con 16 elettrodi per 16 diverse gamme di frequenza. Il dispositivo trasforma gli impulsi acustici in impulsi elettrici e, bypassando le cellule danneggiate, stimola direttamente il nervo uditivo.


Informazioni correlate
  •  
  •  
  •