Conservazione dell'energia

Le materie plastiche rispettano l'ambiente in vari modi. Vengono usate, ad esempio, per isolare gli edifici in modo efficace, forniscono imballaggi leggeri e sicuri, riducono il peso delle automobili e le rendono più silenziose. Contribuiscono a sfruttare il sole e il vento come fonti di energia. Inoltre, alla fine della loro vita utile, le materie plastiche hanno ancora molto da offrire: sono semplicemente troppo preziose per essere gettate.
La materia prima utilizzata oggi per la manifattura della maggior parte delle plastiche è l'olio minerale. Si tratta di un materiale efficiente dal punto di vista dei costi; infatti, usando una piccola quantità di olio (il 4% del consumo mondiale di olio e di gas), ci aiuta a ridurre l'utilizzo di una quantità di gran lunga maggiore di olio nelle applicazioni che richiedono energia.
La plastica è usata per fabbricare un'intera gamma di prodotti per il lavoro, la casa, il tempo libero, lo sport, la medicina, ecc. Ma quando i prodotti plastici non servono più al loro scopo, dobbiamo recuperare il valore che è stato investito per produrli. L'elevato valore calorifico della plastica è simile a quello dell'olio combustibile. Pertanto, la plastica può sostituire in parte l'olio combustibile come materia prima grezza, conservando immediatamente le risorse primarie. Perciò, laddove non sia tecnicamente o economicamente fattibile riciclare le materie plastiche in altro modo, il recupero di energia resta un'opzione percorribile.

''La plastica è troppo preziosa per essere gettata'': un divertente video della durata di 3 minuti che spiega l'efficienza delle risorse della plastica, in termini facilmente comprensibili.
Il video può essere visto su YouTube www.youtube.com/watch?v=82-Yz8MbxA0

 

Contatta il nostro esperto!
Informazioni correlate
  •  
  •  
  •